Consigli su come scegliere l’impianto di climatizzazione per un ristorante

Consigli su come scegliere l’impianto di climatizzazione per un ristorante

Il clima all’interno di un ristorante è uno di quei dettagli a cui bisogna prestare particolare attenzione.

Iniziamo a vedere quali sono i punti da tenere in considerazione per scegliere il giusto impianto.

  1. Temperatura Ideale

Il primo ragionamento da fare è senza dubbio quello sulla temperatura da tenere all’interno del locale. Di norma, è bene mantenere una temperatura costante di 22°C nel periodo invernale e di 25°C in quello estivo, sempre considerando la differenza tra temperatura esterna ed interna. Il grado di umidità, ovviamente, influisce sulla percezione del calore ed è quindi necessario che sia più basso d’estate e più alto d’inverno.

  1. Carichi Termici

Nelle ore di pranzo o di cena, i carichi termici aumentano, fate attenzione, anche le persone vanno considerate! Secondo alcuni studi condotti da esperti in climatizzazione di strutture commerciali, la potenza necessaria è calcolabile in queste proporzioni: 100W per persona e circa 30-40W per ogni metro quadro di superficie illuminata artificialmente, ovviamente questo calcolo non vale per la cucina, dove la presenza di fonti di calore modificano sensibilmente il calcolo delle proporzioni.

  1. Separare L’Impianto

La climatizzazione della sala è molto diversa da quella della cucina, perché gli elementi da considerare si moltiplicano e il calcolo della potenza necessaria va affidato a un termotecnico professionista, tutta l’attrezzatura e ogni fonte di calore presente in cucina influenza la temperatura dell’ambiente, e la presenza della cappa aumenta il fabbisogno dell’impianto di condizionamento. È consigliabile tenere separati gli impianti, tra sala e cucina, perché è molto improbabile che un impianto progettato per la climatizzazione di una sala sia altrettanto efficiente in cucina, e viceversa.

  1. È Importante Climatizzare anche la Cucina?

Anche se non esistessero norme o obblighi, sarebbe comunque importante per il benessere tuo e dei tuoi dipendenti climatizzare il locale cucina, perché aumenta il benessere quindi aumenta la qualità del lavoro, in un locale più fresco si lavora meglio!

  1. Pensare anche al risparmio energetico

Nel progettare l’impianto di climatizzazione di un ristorante è bene non fermarsi solo alla soluzione più economica, ma scegliere soluzioni che permettano di ammortizzare i costi nel tempo e di risparmiare sui consumi.
Una scelta consigliabile, è un impianto a ricircolo, che immette nella sala aria aspirata e depurata, non immettendo aria pescata dall’esterno, questa soluzione altera meno la temperatura e c’è meno bisogno di far lavorare il condizionatore. Si potrebbe anche scegliere un impianto con unità dotata di inverter.

Questi sono alcuni consigli per aiutarvi nella scelta corretta, ma il consiglio principale è appoggiatevi a dei professionisti!!!!

Articolo realizzato da Aeromeccanica Veneta S.r.l.

› CONTATTACI PER UNA CONSULENZA GRATUITA

Lascia un commento