Impianti VRV/VRF

Impianti VRV/VRF

Nel 1982 Daikin per prima propose al mercato mondiale il sistema VRV

Che benefici o vantaggi dell’impianto VRV o VRF?

• Impianti modulari espandibili;
• Efficienza elevata;
• Riduce le sezioni delle tubazioni;
• Installazione rapida;
• Assenza di Centrali Termiche e gas metano;
• Non necessitano approvazioni da parte dei Vigili del Fuoco;
• Nessuna emissione di fumo e quindi nessuna canna fumaria;
• Veloce conversione da invernale a estivo e viceversa;
• Possibilità di accesso agli sgravi fiscali nazionali;
• Nessun rischio di perdita di acqua;
• Non c’è rischio di congelamento delle tubazioni.

Ma cos’è un impianto VRV/VRF?

Un impianto VRV/VRF è un impianto del tipo ad espansione diretta con una unità esterna dotata di compressore e di una batteria di scambio, vengono alimentate le singole unità interne le quali comprendono, oltre al ventilatore, la batteria di scambio, la valvola termostatica elettronica e la valvola di deviazione a cassetto.

L’impianto VRV/VRF è un sistema semplice se lo confrontiamo con un sistema a recupero di calore!!!

Gli impianti VRV-VRF garantiscono, elevati livelli di risparmio energetico, grazie alla massiccia diffusione delle tecnologia inverter.

Grazie alla tecnologia inverter si elimina l’unico difetto!!

Il tallone d’Achille degli impianti VRV-VRF si manifesta quanto la temperatura esterna diminuisce, quindi l’edificio richiede più fabbisogno termico, le temperature molto basse nella stagione invernale possono portare alla formazione di ghiaccio sulle batterie delle unità esterne, il problema viene risolto con la tecnologia inverter, che aumentando la velocità del compressore riesce a compensare la bassa resa termica alle temperature più basse. Quando la temperatura dell’aria esterna aumenta, l’inverter modula, adeguando la potenza erogata alla necessità termica richiesta, garantendo così efficienza e consumi ridotti.

Molti utenti si pongono la stessa domanda, come scegliere l’impianto corretto?

Articolo a cura di Aeromeccanica Veneta S.r.l.

 

› CONTATTACI PER UNA CONSULENZA GRATUITA

Avvertenze consigli e uso del condizionatore

Avvertenze consigli e uso del condizionatore

In estate l’aria condizionata è un enorme beneficio, soprattutto per anziani e
bambini, che subiscono di più le alte temperature.
Recenti studi, fatti dall’Università Cattolica di Roma hanno confermato che a
causare raffreddori, tosse e mal di gola non è l’aria condizionata in sé, quanto
un suo uso scorretto.
L’aria condizionata può provocare, Bronchiti, Dolori addominali e anche
infezioni causate da batteri, vediamo ora come evitare tutto questo.
La temperatura consigliata va basata sulla temperatura esterna, quindi la
differenza tra l’aria esterna e quella interna non deve essere superiore ai 7
gradi e l’umidità deve essere compresa tra il 40 e il 50 per cento, e non
dobbiamo tralasciare l’importanza di non collocarsi mai sotto il getto diretto
dell’aria fredda.
Non dimentichiamo inoltre la corretta manutenzione dei condizionatori, come la
pulizia dei filtri che aiuta molto a prevenire infezioni anche serie come
la legionella, perché i filtri possono trasformarsi in ricettacoli di Batteri e
Muffe.
Quindi che sia a casa o in ufficio non dimentichiamo di appoggiarci a dei
professionisti per la sanificazione degli impianti di aria condizionata,
appoggiarsi a dei professionisti perché attraverso a dei test specifici sono in
gradi di sanificare l’impianto in modo corretto e di valutare la sostituzione se
necessaria dei filtri.

Articolo a cura di Manuel Starinieri

› CONTATTACI PER UNA CONSULENZA GRATUITA

Conto Termico: Incentivi e Agevolazioni

Conto Termico: Incentivi e Agevolazioni

Il Conto Termico è un meccanismo di agevolazione istituito con il Decreto Ministeriale 28/12/12, con l’obiettivo di incentivare gli interventi volti ad aumentare l’efficienza energetica degli edifici e la scelta e produzione di energia da fonti rinnovabili.

Tra gli interventi incentivati vi sono coibentazioni, sostituzione dei serramenti, installazione di schermature solari e caldaie a condensazione, pompe di calore, stufe e camini a biomassa, impianti solari termici e solar cooling e ancora certificazione energetica e diagnosi.

Gli incentivi si ottengono facendo richiesta all’ente preposto ad erogare i fondi, il GSE, che disciplina le modalità di accesso agli incentivi. Pur esistendo dal 2012, il Conto Termico è un beneficio ancora largamente da sfruttare:

Nel 2016 per il Conto Termico sono stati stanziati 700 milioni di euro, i rimborsi richiesti sono stati pari a 28 milioni.

Se in passato l’incentivo era erogato in due rate, la prima a luglio o a gennaio e la seconda a distanza di un anno, oggi l’erogazione della prima rata avviene entro 90 giorni dall’attivazione, mentre per tutti i prodotti con un incentivo inferiore ai 5.000 €, il rimborso viene erogato tutto in un’unica soluzione. Non è facile fare chiarezza su come funzioni il nuovo Conto Termico: le informazioni sono frammentate, poco aggiornate o difficili da reperire, per questo serve qualcuno che sia costantemente aggiornato che faccia di questo una vera realtà di risparmio per i suoi clienti.

Per questo Aeromeccanica Veneta srl offre la possibilità di avere una consulenza gratuita per verificarne la fattibilità.

Articolo a cura di Manuel Starinieri

› CONTATTACI PER UNA CONSULENZA GRATUITA